author photography

small miracles

small miracles

Spring in New York is a continuos gift to the dream.
The dream to feel in New York.
imprints new york 2007 claudio arezzo di trifiletti

imprints new york 2007 claudio arezzo di trifiletti

Please do not stop this project as I wish to use Art as a tool for reaching Peace!
I do not speak English and I come from the land of the volcano Etna,
the home Saint Agatha, the cradle of many races and cultures.
In my vision these sheets witness the union of you all, walking over them together.
We are all responsable for this world which only needs Love, understanding,
and respect for life. We all share the life on this planet.
world

world

spring in new york - claudio arezzo di trifiletti

spring in new york – claudio arezzo di trifiletti

CASA MUSEO CLAUDIO AREZZO DI TRIFILETTI

CASA MUSEO CLAUDIO AREZZO DI TRIFILETTI

written in

written in

claudio arezzo di trifiletti "italian artist"

claudio arezzo di trifiletti “italian artist”

INSHALLAH

INSHALLAH

 CATANIA PIAZZA ABRAMO LINCOLN 

PIAZZA ABRAMO LINCOLN CATANIA CLAUDIO AREZZO DI TRIFILETTI

PIAZZA ABRAMO LINCOLN CATANIA CLAUDIO AREZZO DI TRIFILETTI

Non credo di essere il pittore della domenica, non canto e non ballo, mi nutro di domande, da sempre sono stato attratto da tutti gli elementi, isolato in un mondo infinito, ho sempre  fatto ciò che ho sentito. Ho eseguito un calcolo senza numeri apparenti, ho giocato per campi inesistenti, mi sono sempre scontrato col giudizio di chi ha usato solo gli occhi per vedere, mi sono addormentato per capire, mi sono svegliato per soffrire. Ho sofferto per gioire, ho scavato, mai ho sotterrato, tutto in me ho portato, gioie dolori e ricordi sono ciò che ho edificato. Dai vizi ho appreso le virtù, mi sono travestito da lupo per convivere con i lupi, ma poi il vestito si è invecchiato e il freddo mi ha gelato, alla ricerca di calore la missione mi ha portato, e dentro una nuova visione mi sono ritrovato. Da istinto sono nato, per discoteche sono andato, clubs e ritrovi ho frequentato, e poi un giorno in India sono volato, e al mio rientro ho ascoltato ciò che avevo meditato. Avevo voglia di raccontare ciò che sarebbe stato, ma non sapevo come dare voce al silenzio che sempre ha consigliato. Percorsi Metropolitani, Coscienza, Percorso Inverso, Interiore, Sorrisi Dipinti, ImprintsPace a tutti, performance installazioni e video, PolvereEvoluzione del credo, Lasciare il paesaggio libero, attraverso singole parole ho veicolato un messaggio.

 Bene Merentibus, To the Well Deserving.

Nel mio ascoltare non desidero inquinare, e per questo mi muovo con prudenza onde evitare inganni e menzogne, desidero democrazia e non mediocrazia, non posso permettermi beneficienza ma nel mio piccolo mi adopero nella magnificenza, ho creato grazie all’aiuto di chi in seguito è stato condannato, il mio percorso è ricco di protocolli, domande e richieste, per poter fare, poter coltivare un giardino appartenente a tutti, ma poiché io non appartengo a nessuno, quel qualcuno ha deciso di sottrarmi il mio avvenire, come dire al vento di non soffiare io ho continuato a creare, e così  non ho rinunciato a coltivare.

Coltivare sempre un sogno, un battito lento, un nuovo rinascimento, un ritorno alla natura e al suo tempo, alla luce che suona, al calore che vibra. Forse parole astratte, ma non cerco confusione, odio solo la rassegnazione, credo alla protesta fatta con la testa, ma questa desidero sia una grande festa.

centered

centered

 HOME

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*