N.Y.

Cucino una zucca, e mentre la giro, penso, penso a questa realtà, mentre che i fuochi alimentati dal gas riscaldano, penso a questa realtà, questa realtà che mentre che io cucino sopra questi fuochi, una parte del mondo è in profonda crisi reale, perchè di realtà vi sto per parlare. Mangio sforzandomi, dentro il mio pensiero c’è una N.Y. in evacuazione, la forza della natura si esprime, si manifesta, non come un caldaroste che vende castagne, o una voce apparentemente robusta alla fiera, ma come la forza della natura, che spezza ciò che all’apparenza umana sembra forte, sicuro. Ora mi sdraio, medito, ringrazio, per tutto ciò che fino adesso, anche per il semplice lusso di un fuoco comandato. Forse inusuale, forse non so, ma io sento di connettermi con tutti i luoghi che hanno più bisogno. “c.a.d.t.”

Nicholas B. Daddazio's Cravat Sculpture
Nicholas B. Daddazio’s Cravat Sculpture

Lisa Gerrard All your Relatives

Info su springinnewyork

Desidero evadere, svegliarmi con silenzio e canto calmo, desidero addormentarmi con pace, desidero amare, donare tutto quello che ho creato all'umanità, concedermi una pausa con dentro l'infinito, concedermi un cerchio con dentro un mondo, concedermi un cielo con dentro un sogno, concedermi al nuovo giorno.
Questa voce è stata pubblicata in n.y.city, NEW YORK NEEDS LOVE, Nicholas B. Daddazio's Cravat Sculpture e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a N.Y.

  1. Pingback: Amedar Consulting