Archivio tag: sicily needs love

linocut

linoleografia 33/48cm 

Luca Manca in arte Tubitubi nasce a Catania il 2 febbraio 1983. Sin da giovane é appassionato di illustrazioni e grafica, e da sempre ha avuto una forte esigenza di esprimere la propria creatività sotto qualsiasi forma: dalla pittura, alla grafica digitale, alle animazioni video, alla linoleografia. Preferisce definire la sua attività semplice frutto di creatività, non è arte, ma solo bricolage: “Nel mio tempo libero all’interno del mio piccolo laboratorio le mie immagini mentali si ricombinano in una sorta di continuo caleidoscopio. Fondo la mia attività su elementi ludici e processi logici, attraverso i quali provo a fornire risposte divergenti ed innovative. Guardo alla realtà usuale, con un’ottica insolita cercando di estrarre da informazioni apparentemente banali, elementi nuovi.” 

Una voce mi è stata rivelata.

A voice was revealed to me

Una voce mi è stata rivelata.

Una voce mi è stata rivelata.

Da Occidente a Oriente, da Oriente a Occidente, un faro ha illuminato il sentiero. Nuvole bianche viaggiano, colorano la luna, si riempiono di luce, nutrono la calda terra del sole. Anima del mondo, quanto umile e regale non confondo, a te devoto l’incontro. Sabbia dei deserti, disseti il disegno del vento, pietra delle montagne, dai voce all’eco del risveglio.

Mezzanine Living

Mezzanine Living


Capanne in riva al mare, dolce notte culla il sogno di un bambino che nasce.
Nome dei colori, carattere dei fiori, frutti profumati nutrono la fantasia di ricordi che verranno. Letto di un fiume, scorre silenzioso, foglie tornano alla madre. Tamburi respirano canti di pace. Parole pronunciate da cuori semplici.

The third flower

Sicily Fest May 17/18/19 – Boiler House, Brick Lane – Imprints of Peace London

Il terzo fiore "Acicastello"

Il terzo fiore “Acicastello”

Manipura in sanscrito significa “città dei gioielli”, noto come “centro del potere”, libertà di essere se stessi, il potere su di se, essere ciò che siamo senza prevaricare gli altri.

Unberechenbar – unterwegs mit Claudio Arezzo di Trifiletti

Karneval an Siziliens Ostküste: Acireale

acireale needs love carnevale

Acireale needs love

Eigentlich sollte es nur ein kleiner Ausflug von Catania nach Taormina werden. Es kommt anders. Kostümierte und geschminkte Mitreisende im Zug erinnern daran, daß auch auf Sizilien Karneval gefeiert wird. 

Michaela Henkys - michaela@meurer-art.de

Michaela Henkys – [email protected]

Kurzfristige Planänderung: Wir steigen in Acireale aus und fahren mit einen Bus voller Jecken ins historische Zentrum. Zu Fuß geht es weiter durch die malerisch schöne Barockstadt, vorbei an Händlern, die Konfetti, farbige Schaumsprays, Perücken, Brillen und allerlei Buntes für spontane Kostümierungen anbieten. 

Karneval in Sizilien

Karneval in Sizilien

Carnival in Sicily

Carnival in Sicily

Carnival á Sikiley

Carnival á Sikiley

Dolce und Gebackenes dürfen nicht fehlen. Was uns dann am Domplatz erwartet, verschlägt selbst einer Kölnerin den Atem. Vor den historischen Kulissen dieser pittoresken Barockstadt bestaunen hunderte fröhlicher Jecken die prachtvollen und überaus bunten Themenwagen: die „Cassariata“, die Karnevalsparade der Stadt. Hier feiert man den Karneval bereits seit dem 16. Jahrhundert. 

Carnaval en sicilia

Carnaval en sicilia

Карнавал на Сицилии

Карнавал на Сицилии

Acireale ist damit die älteste Karnevalsstadt Siziliens. Gigantische, aufwändig und liebevoll gestaltete Motivwagen sind mit Hydraulik, Rauch-, Licht- und Soundeffekten prachtvoll in Szene gesetzt. Auf der Straße wird getanzt. Welch herrliches Intermezzo! Und wer den Termin im März verpasst hat, darf sich auf die Parade im August freuen, wenn bei sommerlichen Temperaturen die Motivwagen erneut präsentiert werden.

シチリア島のカーニバル

シチリア島のカーニバル

sicily needs love

sicily needs love

Weiter gehts nach Taormina.

Taormina Romantica Collina

Taormina Romantica Collina

Auf 200 Metern über dem Meer bietet das mittelalterliche Städtchen, was schon vor der Zeit der griechischen Kolonisation besiedelt war, heute ein Festival der Farben und der Lebensfreude.

Taormina Romantic Hill

Taormina Romantic Hill 

タオルミーナロマンティックヒル

タオルミーナロマンティックヒル

Die Motivwagen der Parade in den engen Gassen sind weitaus kleiner als jene in Acireale, doch gefeiert und getanzt wird hier ebenso fasziniert und fröhlich.

Таормина Романтическая Горка

Таормина Романтическая Горка

Das Motto der aufwändig und prachtvoll gearbeiteten Kostüme erinnern an den „Dia de los Moertos“ in Mexiko. Bei der Jahrtausende alten Tradition der Azteken zeigt man seine Liebe und seinen Respekt gegenüber den Vorstorbenen, indem mit lebensbejahender Freude gefeiert wird. Der sensationelle Ausblick auf die Ostküste Siziliens und den Ätna ist mir bei der ganzen Feierei entgangen. Ich muß unbedingt noch einmal wiederkommen.

world needs love

world needs love

M I C H A E L A   H E N K Y S

creative direction | balthasarstraße 79 | 50670 köln – mobil +49 176 63 10 73 35 | www.meurer-art.de

generosity

Al Mercato

Una volta la bilancia erano le mani, quanto generoso equilibrato era il cuore.

Oggi se da due kg di arance a 50 centesimi scappa qualche pezzo,

triste il tornato alla cesta.

Sicily needs love

enthusiasm

La fontana nacque in seguito ad un concorso, bandito dal comune di Catania il 10 novembre 1956, per la costruzione di un grande monumento a Giovanni Verga da apporre al centro della parte sud della piazza, di fronte al palazzo del Grand Hotel Excelsior. Nonostante lo scetticismo di molti artisti dell’epoca, prese parte al concorso cittadino anche Carmelo Mendola, uno scultore autodidatta catanese (18951976). Il progetto di Mendola convinse la commissione e vinse il concorso.

Fontana Dei Malavoglia Piazza Giovanni Verga Catania

entusiasmo

La realizzazione del complesso scultoreo durò ben diciannove anni. L’inaugurazione avvenne il 25 ottobre 1975[1]. L’autore morì poco tempo dopo, nel febbraio 1976, a causa di un’emorragia cerebrale.

A place with thick roots

Questa luna non mi lascia dormire, così piena, luminosa, muove le ombre sopra gli alberi, le nuvole azzurre rallegrano la notte, l’aria frizzante, stravagante temperatura per il periodo, sembra autunno, gli odori mi riportano indietro, boschi, grossi tronchi, immense porzioni di foglie sul suolo, fanno l’amore con la terra, fino a divenire terra, pesche mature, succose assaggio. Mi sveglio, mi affaccio, la macchina posteggiata sotto casa, sopra e sotto casa di altre persone che dormono, sognano, pregano, si lamentano con la vita, dalla mia finestra un canto di preghiera è rivolto alla notte, gli alberi circondano il posteggio della sostare, il vento inizia a muovere le tende, mi bacia mentre scrivo. Questa luna così piena, luna di preghiera, di desiderio, luna che guida popoli lontani, impossibile non notarla, non far riferimento al cielo, al mistero, alle stelle, alle anime che ci guidano, al respiro dei mondi, alle montagne, agli oceani che lo nutrono, fino ad arrivare libero al nostro cuore, a raccontarci quanto di vero c’è tra i fogli di quel giornale che leggiamo dopo il caffè, in fila dietro un bancone a trovare poesia in una colazione, mentre un chicco di rugiada saluta una foglia appena nata di ciclamino. Sogno un rifugio, un luogo tra folte radici, pietra antica, acqua di sorgente. Terre di Martorina è una lunga storia, forse ancora più profonda di quello che si vuole immaginare, un’isola in mezzo ad un mare che ha lasciato le sue cavità, all’aria. Paleolitico, Neolitico, sacre scritture, antica mura sigillano suoni di misteriosi volatili, danzano tra gli echi di quella cava. Penetrante vibrazione si avverte all’ingresso della tenuta, primi insediamenti del 500 costruiti sopra altra pietra, ma ancor prima altra pietra, altre tombe, altre civiltà.

intellectual art

Quei fantastici pianetini

La forma perfetta, l’acqua arrotonda lo spigolo, la goccia modellata dal vento, l’argilla umile e potente elemento terra, assorbe l’energia della preghiera. Tondi, morbidi, il tempo li colora, in continua mutazione sono memoria di pace, a riempire un ferro fuoriuscente, a connettersi nutrirsi del loro sguardo, sposarsi discretamente con la pietra scolpita. Sentire prima di vedere, le mani li arrotondano in un mondo senza barriere, armonici parlano, suonano l’inno alla luce del fuoco, emanano calore, fra vento e pioggia loro vivono, respirano, rendono il passato presente, il futuro contemporaneo. Arte e meditazione, azione del perdono, filosofia semplice, passo dopo passo, assorbono e vengono assorbiti.

Immaginando la scena

arte intellettuale

arte intellettuale

Private Collection

Private Collection

artwork

Un amico conosce la melodia del nostro cuore e la canta quando ne dimentichiamo le parole.
(C.S. Lewis)

sicilia-islandart di Ada Frisian su TIGHT SHOESQUANDO COMINCIA IL VIAGGIO con Claudio Arezzo Di TrifilettiLo…

Gepostet von TIGHT SHOES am Samstag, 18. November 2017

meetings

Sei una grande donna, puoi fare grandi cose, sono sicuro farai bene. Un giorno magari mediteremo un tè silenzioso ma molto intenso, vedremo le stelle da due continenti differenti e in quel momento avrà luce il miracolo. Abbi cura di te. Ti ho conosciuto, compreso, mi ritengo orgoglioso. Hai forza per creare un vigneto, e brindare con i fortunati che ti incontreranno, spero esserci.

Mezzanine Living