Archivio tag: scritto contemporaneo

cosmic space

Lascia stare il sapone, entra dentro la fiamma nella goccia.

hope
hope

Sono sicuro che il prossimo governo, trovi semi di cedimento nella colata di cemento. Sono certo che il politico di domani, porti in mano una bandiera con dentro tutte le mani. Sogno un mondo senza veleno, perché le prigioni non siano coltivazioni, e gli ortaggi non profumino di violazioni. Il mondo cambia, trasforma, contagia, non è il virus il problema, ma è l’emblema di un risveglio. Cosmico è il giorno e la notte, non una nazione, ma l’intera popolazione allo stretto, per necessità di un cosiddetto organo di controllo. Alberi sono la salvezza, alfabeto del Padre dei padri, induce sospetto venerarli, mentre loro osano tagliarli. La cosa più giusta sarebbe rimediare, ma a loro interessa solo mangiare.

A world manifests itself

Androne guarda verso l’Africa.
Il Giardino Rifugio – Catania, Villa Bellini

Mezzanine Living October
Mezzanine Living October

Un viale, dei cipressi, un luogo permette ad un altro luogo respirare.
Incroci, salotti, coro di voci e canti.
Scale, alberi e sedili, edera si arrampica, fontane intonano il volo dei piccioni, foglia chiede parola, il vento la consola. Luoghi coccolano la realtà. Terra, stelle, pianeti, acqua, luce.
Amicizia stabilita tra elementi, porta il sigillo del fuoco.

arte involontaria
arte involontaria
project world needs love
project world needs love

I sing to space

Una volta sognai il signore dei desideri, mi chiese di andare con lui ed abbandonare tutto, ma io restai con tutto me stesso al mio posto.

Moon – Tenuta S.Alfio
Questo sono, altro non so.

Questo sono, altro non so.

O fuoco che tutto proteggi, illumini, scaldi, unisci, matura la fiamma, trasforma i passi. O fuoco figli tuoi, apparteniamo, liberaci dalla menzogna, dall’essere sleale, dall’apparire senza sostanza. Brucia legna secca, dona fertilità alla terra che ospita.

Etna needs love
Etna needs love

Dalla terra bruciata che hai fatto intorno a me, ho piantato fiori.

collage

Mi sembrava un riccio, pensai come si fosse ricordato proprio in quel momento, guardai meglio, era una goccia del vulcano, si una pietra che respira, cristallosa oserei. Quanti petali ha un fiore, poi lo stelo, le foglie, l’apparato radicale e il vento, l’odore della terra al mattino, quando il sole inizia a svegliare il coro. C’è uno spettacolo fatto di particolari, bisogna lasciare lo sguardo al caso, seguirlo senza dargli il minimo sospetto della nostra presenza.

canti di pace
canti di pace
Una voce mi è stata rivelata.

A voice was revealed to me

Una voce mi è stata rivelata.

Una voce mi è stata rivelata.

Da Occidente a Oriente, da Oriente a Occidente, un faro ha illuminato il sentiero. Nuvole bianche viaggiano, colorano la luna, si riempiono di luce, nutrono la calda terra del sole. Anima del mondo, quanto umile e regale non confondo, a te devoto l’incontro. Sabbia dei deserti, disseti il disegno del vento, pietra delle montagne, dai voce all’eco del risveglio.

Mezzanine Living

Mezzanine Living


Capanne in riva al mare, dolce notte culla il sogno di un bambino che nasce.
Nome dei colori, carattere dei fiori, frutti profumati nutrono la fantasia di ricordi che verranno. Letto di un fiume, scorre silenzioso, foglie tornano alla madre. Tamburi respirano canti di pace. Parole pronunciate da cuori semplici.

recognize

Immagini che facilitano la comprensione

Immagini che facilitano la comprensione

Ieri ci siamo incontrati non a caso, non per volontà dell’ego, ne per una serie di eventi che sono frutto di circostanze indotte da un mero interesse di ciò che i più dichiarano essere del Io. La tua arte non è stata colta dalla mia mente per ciò che essa è, ma il mio cuore ha intercettato perfettamente quella vibrazione presente in essa, amplificata dalla tua presenza ha preso la forma che solo le anime sanno riconoscere. Non sono stato in ascolto per attendere il mio turno e fare comizio, ma per fondere la mia anima nel Se attraverso il portale che si è aperto in noi, il divino che si fa spazio attraverso la tela di Maia. Buona continuazione, anima.

[7/1, 12:48] Agrigento – Lo Mascolo Salvatore

Opere desiderano raccontare

Opere desiderano raccontare

PROROGATA
Fino a Domenica 13 Gennaio h. 9/19

Entrare dentro la scena

Entrare dentro la scena

Exhibition Contemporary Art
Installazione Antropologica
Datemi spazio – L’Immaginazione chiede spazio
Portali Quantici – Pittura Cosmica
Opere esposte 77 
Imprints: London, Paris, Amsterdam, Venice, Malta, Rome, Abu Dhabi, Milan, Greece, Turkey, Cairo, Catania.

Realizzazione di un flusso

Realizzazione di un flusso

armed with just a teaspoon

PRIVATE COLLECTION IMPRINTS OF PEACE

L'Islanda è una dimensione meravigliosa

Hallgrímskirkja Iceland Imprints of Peace

CATANIA PALAZZO DELLA CULTURA
1 DICEMBRE 6 GENNAIO 2019

L’unico desiderio che ho è di veicolare i messaggi racchiusi nelle tele che ho dipinto dopo essere state calpestate da molte migliaia di persone nel mondo. Credo sia importante non solo per le persone che mi conoscono, per il popolo di Catania, ma per tutti quelli che desiderano connettersi con un mondo presente, che forse per dinamiche di sistema viene sempre meno preso in considerazione.

world needs love

world needs love – iceland

Vi posso assicurare che chi vedrà questa mostra, riceverà dono di cambiamento, l’intelletto tradurrà antichi codici senza sforzo, il progetto nasce nel 2007 a N.Y. ha raccolto memoria a: Barcellona, Berlino, Londra, Parigi, Roma, Abu Dhabi, Cairo, Amsterdam, Grecia, Turchia, Malta, Venezia, Milano, Islanda ecc. Sono esattamente più di 100 missioni in armonia col creato.

imprints milan stazione centrale

imprints milan stazione centrale

symbiotically connected

Street Art Catania Parcheggio R1 @ La Radio

Parcheggio AMT R1 @ La Radio – Catania Via Plebiscito 747

Palestra di vita, angoli resi morbidi, offese sotterrate portano frutti, confidare nello spazio,  vivere nel tempo, parole imponenti, cinguettio di un pennuto, al centro il centro, circolare è il disegno, si stringe a spirale.