Archivio tag: spiritualità

Trees are sacred

GLI ALBERI SONO SACRI – Nessun motivo o forse uno in particolare che i sapienti ignorano e proteggono. In tutto il mondo stanno tagliando milioni di alberi, alberi maestosi, foreste che hanno impiegato a volte anche secoli per divenire regno incontrastato della natura. L’ordine nessuno lo riconosce ma è presente, più di quello che si possa pensare.

galaxy of weaves

La bellezza salverà il mondo quando tutto smetterà di morire. Quando portai le sedie a rilegare, mi sono ricordato di quanta memoria risiedesse in quelle corde oramai usurate. Tavolo per tavolo, seduti gli ospiti. Gentili nonni avete bisogno che vi porti qualcosa. Anziane creature oggi angeli in cielo mi accoglievano, attraverso il sapere mi stavano donando l’affetto che solo ad un nipote si può riservare. In questa galassia di intrecci c’è la mia infanzia. Casa Museo sotto l’Etna

galassia di intrecci
galassia di intrecci

mercy

Chi boicotta un artista, boicotta la propria terra. Un bicchiere d’acqua e limone, grazie. Il rumore delle macerie che scivolano ritmicamente, in lontananza mi riporta al suono delle onde che incontrano la scogliera. Nessuna giustificazione mostra il braccio dell’operato umano, cerca spazio e velocità, nella lentezza la natura risponde.

Sovrapposizioni di concetti rendono la verità misericordiosa. Sicilia Giardino di Dio
Sovrapposizioni di concetti rendono la verità misericordiosa. Sicilia Giardino di Dio

Scrivo, dipingo, fotografo, realizzo video, parole messe in circolazione. Una voce ciclica sembra divenire suono, cancello non mi espongo, mi pento, non posso non manifestare il mio dissenso. Quanto inquinamento risiede nel giudizio di chi dovrebbe ascoltare, quanti interessi coprono le cause reali. Datemi la terra, continuerò a raccontarvi una storia. (1mqdb)

appeal

SPAZIO UNO

Mi sono pervenuti numerosi alberi che necessitano libertà, sembra quasi debba pregare per avviare questo progetto. Per me resta la risposta più adeguata al rimboschimento planetario. Immagino vallate di Ficus, strade popolate da Yucche, è incredibile quante varietà di pregio si possiedono in case, cortili, bar, che messe a dimora potrebbero davvero raccontare una storia che unirebbe tutti per una causa, il futuro. Non faccio politica, anche se molti contemporanei di oggi sono i compagni di ieri, e vi assicuro che ancora non capisco perché tutte queste remore. Ripeto il clima, la natura chiede ascolto, e non mi stancherò di mettermi in gioco, per me non è una passeggiata, non ho una famiglia che mi sponsorizza, e vivere d’arte specie quando la finanza e vari servizi hanno compreso il potere che ne deriva, molti giochi sono diventati sleali, protagonisti di vanità e passerelle. Sogno quanto prima trasferirmi in campagna, magari tornare in India, o riabbracciare New York, senza dubbio quando sarà, l’intera collezione “imprints of peace”, mi piacerebbe affidarla ad una scuola, magari i bambini potrebbero scorgere un velo di verità in più riguardo questo presente. Vi voglio bene a tutti