Archivio tag: un metro quadrato di bosco

Invisible Art

arte invisibile claudio arezzo di trifiletti

Un metro quadrato di bosco, connessi spiritualmente, più che mentalmente. Il Giardino dentro il giardino, uomo saturo di regia, ripete io sono, tralasciando io esisto. Seme che nasce dalla terra, parliamo, blateriamo, in fondo c’è da chiedere scusa al pianeta che calpestiamo, respiriamo. Come ti chiami? Ogni nome ha un significato. Da dove provieni? Viaggi dell’incontro.

Mia Arte Involontaria

Ciao mamma, ti voglio un gran bene, il mio cuore è tuo sacrificio, ora però devo andare. In ordine alfabetico ho incontrato tre S, dentro un nido di carta ho riposto cinque storie custodi del presente.

urban green poster

Manifesto Verde Urbano

MANIFESTO VERDE URBANO – RESTITUIRE MEMORIA ALLA TERRA
CAPITALE DELLE BUONE AZIONI – UN METRO QUADRATO DI BOSCO
Rallentare la marcia, riappropriarsi del tempo, prendersi cura dello spazio.
ARTE INVOLONTARIA PROGETTO RIMBOSCHIMENTO IMPRONTA VERDE
Catania – Piazza Giovanni Verga, Piazza Abramo Lincoln, Largo Giovanni Paisiello, Corso Martiri della Libertà, Piazza Ettore Majorana.
(Sotto un albero vive un bosco)

urban green

Rigenerazione, pensiero primitivo, natura, evoluzione, salvaguardia, tutto è in trasformazione. Un metro quadrato di bosco, piccole azioni messe in movimento. Terra, risorsa inestimabile insieme al seme e tutti gli elementi. Verde urbano, respiro, tematiche avanguardia presente. Spazio Zero Catania – Viale Leonardo da Vinci.

verde-urbano
verde-urbano

appeal

SPAZIO UNO

Mi sono pervenuti numerosi alberi che necessitano libertà, sembra quasi debba pregare per avviare questo progetto. Per me resta la risposta più adeguata al rimboschimento planetario. Immagino vallate di Ficus, strade popolate da Yucche, è incredibile quante varietà di pregio si possiedono in case, cortili, bar, che messe a dimora potrebbero davvero raccontare una storia che unirebbe tutti per una causa, il futuro. Non faccio politica, anche se molti contemporanei di oggi sono i compagni di ieri, e vi assicuro che ancora non capisco perché tutte queste remore. Ripeto il clima, la natura chiede ascolto, e non mi stancherò di mettermi in gioco, per me non è una passeggiata, non ho una famiglia che mi sponsorizza, e vivere d’arte specie quando la finanza e vari servizi hanno compreso il potere che ne deriva, molti giochi sono diventati sleali, protagonisti di vanità e passerelle. Sogno quanto prima trasferirmi in campagna, magari tornare in India, o riabbracciare New York, senza dubbio quando sarà, l’intera collezione “imprints of peace”, mi piacerebbe affidarla ad una scuola, magari i bambini potrebbero scorgere un velo di verità in più riguardo questo presente. Vi voglio bene a tutti

One square meter of wood

Credo che avere la terra e non rovinarla sia la più bella forma d’arte che si possa desiderare. (Andy Warhol)

Piccole idee manifestano nel silenzio delle montagne.

Non è quanto si dona a rendere una persona migliore, ma il rapporto tra il dono e le proprie possibilità. Chi dona tutto (per quanto sia poco) è migliore di chi dona una parte. (Marco 12,24)